Home
News
Archivio News
Che cosa Ŕ la F.I.A.S.
Definizione di Veicolo Storico
Veicoli iscrivibili
Certificato di IdentitÓ Veicolo Storico
Controllo di Certificato di IdentitÓ Veicolo Storico
Segreteria telematica F.I.A.S.
Normativa Veicolo Storico
Fotoannunci Veicoli Storici
Come richiedere informazioni
Recapiti e contatti
Link Utili
Reale Mutua Assicurazioni -  Agenzia di Palermo
Definizione Veicolo Storico

Ai fini della presente trattazione si definisce Veicolo Storico  un  veicolo da strada a propulsione meccanica di cessata produzione che sia stato costruito da almeno 30 anni,  che  sia  conservato e  mantenuto in una condizione generale storicamente corretta, che non  sia utilizzato  come  mezzo  di  trasporto  quotidiano  e/o adibito ad uso professionale (*) e che, di conseguenza, possa essere considerato una  parte integrante del nostro patrimonio storico-tecnico, culturale e di costume.

Occorre evidenziare che nel quadro normativo attualmente vigente in Italia non esiste una definizione specifica di Veicolo Storico”. Difatti l’art. 60 del Decreto legislativo 30/04/1992 n.285  (Nuovo Codice della Strada), al comma 1 ascrive alla categoria dei Veicoli con caratteristiche atipiche”, di cui all’antecedente art.59, “i motoveicoli e gli autoveicoli d'epoca, nonché i motoveicoli e gli autoveicoli di interesse storico e collezionistico”. Il successivo comma 2 specifica che “rientrano nella categoria dei veicoli d'epoca i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati”; il successivo comma 4 specifica che “rientrano nella categoria dei motoveicoli e autoveicoli di interesse storico e collezionistico tutti quelli di cui risulti l'iscrizione in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI”. La definizione di cui al predetto comma 4 viene ribadita anche all’art.1 - comma 1 - lettera a - del D.M. 17/12/2009 del Ministero dei Trasporti.
Esiste, pertanto, una peculiare e sostanziale differenza, anche in termini giuridici, tra i veicoli rientranti e quelli non rientranti nella fattispecie di cui all’art. 60 del Decreto legislativo 30/04/1992 n.285  (Nuovo Codice della Strada).

Pertanto e per esclusione, sono quindi da intendere quali Veicoli Storici, tutti quei mezzi meccanici ultratrentennali rientranti nelle categorie ciclomotori, motoveicoli ed autoveicoli di cui agli artt. 52, 53 e 54 del Decreto legislativo 30/04/1992 n.285  (Nuovo Codice della Strada) ma non rientranti nella categoria dei “Veicoli con caratteristiche atipiche” di cui agli artt.59 e 60 del Codice della Strada.

(*) Viene inteso come adibito ad uso professionale il veicolo intestato a ditte professionali e/o commerciali,  di cui si faccia uso atto a procurare reddito (ad es.: auto da nolo, taxi, autotrasportatori) o gli autocarri, furgoni e bus che non abbiano portata di carico e/o il numero dei passeggeri azzerati.

 
Powered by Informatica Netizen |