Home
News
Informative Recenti
Che cosa è la F.I.A.S.
Definizione di Veicolo Storico
Registro Storico F.I.A.S.
Certificato di Identità Veicolo Storico
Controllo di Certificato di Identità Veicolo Storico
Come associarsi
Segreteria telematica F.I.A.S.
Normativa Veicolo Storico
FAQ
Fotoannunci Veicoli Storici
Recapiti e contatti
Link Utili
Reale Mutua Assicurazioni -  Agenzia di Palermo

FAQ

  • Cosa devo fare per iscrivermi alla fias o iscrivere il mio veicolo nel registro storico FIAS?

    Per iscriversi o registrare il proprio veicolo storico alla F.I.A.S è necessario compilare e sottoscrivere gli appositi moduli, allegare la documentazione richiesta ed inviare il tutto direttamente alla segreteria F.I.A.S.

     

  • Quanto costa iscrivermi alla FIAS?

    Attualmente la quota associativa annua alla F.I.A.S. è determinata in € 80,oo. La suddetta quota include le eventuali tessere aggiuntive per i familiari conviventi e l’emissione gratuita dei Certificati di Identità Veicoli Storici dei veicoli storici intestati a tutto il nucleo familiare.

     

  • Posso iscrivermi alla FIAS direttamente o devo farlo esclusivamente tramite un club affiliato?

    Ogni singola persona, se preferisce, può associarsi direttamente alla F.I.A.S., senza tramiti.

     

  • Quanto mi costa iscrivere un veicolo nel registro storico FIAS?

    Nulla. La registrazione dei veicoli storici è completamente gratuita.

     

  • E’ possibile per un non associato FIAS iscrivere un veicolo nel registro storico?

    Certamente. Tutti i proprietari di veicoli storici, associati o non associati alla F.I.A.S., possono richiedere l’iscrizione dei propri mezzi nel Registro Storico. La registrazione è gratuita.

     

  • Quali veicoli posso iscrivere nel registro storico FIAS?

    Sono iscrivibili nel Registro Storico della F.I.A.S. tutti i ciclomotori, motoveicoli ed autoveicoli che abbiano compiuto trent’anni dalla data di costruzione o di prima immatricolazione. Sono iscrivibili anche determinate tipologie di autoveicoli che abbiano compito almeno 20 anni.

     

  • Che cos’e’ il certificato di identita’ veicolo storico?

    Il Certificato di Identità Veicolo Storico è un attestato di iscrizione dei veicoli che risultano essere iscritti nel Registro Storico F.I.A.S.

     

  • Quanto mi costa un certificato di identita’ veicolo storico?

    Il Certificato di Identità Veicolo Storico è gratuito per gli associati F.I.A.S. in regola con la quota associativa dell’anno corrente. I non associati F.I.A.S. devono versare € 30,oo per diritti di segreteria.

     

  • Posso richiedere un certificato di identita’ veicolo storico direttamente alla FIAS o devo farlo esclusivamente tramite un club affiliato?

    Ogni singola persona, associata o non associata alla F.I.A.S., può richiedere direttamente alla F.I.A.S. l’emissione del Certificato di Identità Veicolo Storico, senza tramiti.

     

  • Che differenza c’e’ tra un veicolo iscritto nel registro storico fias ed uno iscritto nei registri di cui all’art.60 comma 4 del codice della strada?

    La differenza è essenzialmente di natura giuridica: i veicoli iscritti nei registri di cui all’art.60 comma 4 del Nuovo Codice della Strada (ASI, Registri FIAT, Lancia, Alfa Romeo e FMI) sono classificati come “veicoli con caratteristiche atipiche” ai sensi dell’art.59 del suddetto Codice e devono pertanto sottostare a tutte le vigenti prescrizioni previste per la suddetta fattispecie di veicoli. I veicoli iscritti nel Registro Storico della F.I.A.S. sono invece comuni veicoli rientranti esclusivamente nelle tipologie individuate agli artt. 52,53 e 54 del Nuovo Codice della Strada: ciclomotori, motoveicoli ed autoveicoli.

     

  • Perche la FIAS non rientra tra i registri di cui all’art.60 comma 4 del nuovo codice della strada?

    La stesura del Nuovo Codice della Strada risale all’ormai lontano 1992. La costituzione della F.I.A.S., analogamente ad altre organizzazioni ad essa similari (ad es.: RIVS, AAVS, AIAC) è avvenuta molti anni dopo. Una prossima revisione del Nuovo Codice della Strada potrebbe portare ad un auspicabile aggiornamento dei suddetti registri, nell’interesse di tutti i possessori di veicoli storici in Italia.

     

  • Che differenza c’e’ tra tassa automobilistica e tassa di circolazione?

    La “tassa automobilistica” (detta anche “bollo auto” per via dell’originario contrassegno rotondo che doveva essere esposto nei veicoli), è un tributo che grava sugli autoveicoli e motoveicoli regolarmente immatricolati e che risultino essere iscritti nel P.R.A.  (Pubblico Registro Automobilistico). Il versamento della tassa automobilistica deve essere effettuato a favore della propria regione di residenza dai soggetti risultanti essere proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria del veicolo. La tassa automobilistica viene calcolata in base alla potenza (espressa in kw) del veicolo ed è di fatto una tassa di proprietà che deve essere corrisposta a prescindere dall’uso del veicolo.
    La ”tassa di circolazione”è invece un tributo che grava su alcune tipologie di veicoli (ad es.: ciclomotori, roulottes, quadricicli leggeri) e per i quali non risulta l’obbligo di iscrizione al P.R.A. Possono essere soggette a tassa di circolazione anche determinate categorie di veicoli per i quali è stata preventivamente disposta l’esenzione dalla tassa automobilistica (ad es. i veicoli ultratrentennali). La tassa di circolazione è fissata in misura fissa annuale ed è dovuta solo nel caso in cui il veicolo venga posto in circolazione su pubblica via.

     

  • Quanto costa il passaggio di proprietà di un veicolo storico?

    I costi fissi della trascrizione al P.R.A. – Pubblico Registro Automobilistico - del passaggio di proprietà di un veicolo ultratrentennale sono i seguenti:

       • I.P.T. - Imposta Provinciale di Trascrizione:

    € 51,65 se trattasi di autoveicolo;

    € 25,82 se trattasi di motoveicolo.

     

       • Emolumenti ACI:

    € 27,00

     

       • Imposta di bollo per registrazione al P.R.A.:

    € 32,00 se si utilizza il C.d.P.

         (Certificato di Proprietà) cartaceo o digitale come nota di presentazione;

    € 48,oo in tutti gli altri casi.

     

       • Diritti di Motorizzazione Civile DT:

    € 10,20

     

       • Imposta di bollo per aggiornamento Carta di Circolazione:

    € 16,00

     

    N.B.:

    1. Eventuali  ulteriori costi sono imputabili esclusivamente ad oneri di consulenza  qualora vi  serviate di una agenzia disbrigo pratiche.

    2. Per i veicoli con meno di 30 anni l’I.P.T. è invece variabile poiché è calcolata in funzione della potenza (KW) del veicolo e della Provincia di residenza del proprietario

     

  • Quanto costa inserire un fotoannuncio?

    I fotoannunci inseriti nell’apposita sezione del sito internet della F.I.A.S. sono assolutamente gratuiti.

     

 
Powered by Informatica Netizen |