Home
News
Archivio News
Che cosa Ŕ la F.I.A.S.
Definizione di Veicolo Storico
Veicoli iscrivibili
Certificato di IdentitÓ Veicolo Storico
Controllo di Certificato di IdentitÓ Veicolo Storico
Segreteria telematica F.I.A.S.
Normativa Veicolo Storico
Fotoannunci Veicoli Storici
Come richiedere informazioni
Recapiti e contatti
Link Utili
Reale Mutua Assicurazioni -  Agenzia di Palermo

SEGRETERIA TELEMATICA

I veicoli storici e di futuro interesse storico possono esser iscritti nel Registro Storico Italiano® esclusivamente con procedura telematica tramite i registri storici regionali confederati.  
Per le regioni in cui non siano ancora operativi i predetti registri confederati le suddette richieste devono pervenire direttamente alla Segreteria Telematica Nazionale R.S.I., operante in modo continuativo grazie al sistema di co-working telematico interattivo tra i nostri collaboratori, seguendo le procedure riportate nel prosieguo.
L’iscrizione dei veicoli storici e di futuro interesse storico nel  Registro Storico Italiano® è gratuita e non è assolutamente previsto l’obbligo di associazione del proprietario del veicolo.

L’emissione degli appositi attestati di iscrizione (Certificato di Identità Veicolo Storico con annesso Contrassegno di Iscrizione e Targa Identificativa in ottone) è invece subordinata alle procedure indicate nel prosieguo ed al versamento dei previsti diritti di segreteria.

Registrazione di un veicolo storico
Per la registrazione di un veicolo storico o di futuro interesse storico nel R.S.I. occorre:

  1. compilare integralmente l’apposito Mod. F.1; 
  2. stamparlo, sottoscriverlo ed allegare tutti i documenti ivi richiesti;
  3. inviare il tutto all'indirizzo di posta elettronica: segreteria@registrostoricoitaliano.it.

Avvertenze:

  • I veicoli storici per i quali si fa richiesta di iscrizione nel Registro Storico Italiano ® devono risultare essere obbligatoriamente intestati al sottoscrittore del Mod. F.1;
  • Le foto dei veicoli da registrare o da riclassificare devono essere effettuate come esposto nell’apposito schema foto veicoli storici  conforme all’ allegato n.2 del Regolamento Tecnico Nazionale R.S.I.;
  • I documenti cartacei devono essere riprodotti in maniera chiara e leggibile a mezzo di scanner e non fotografati;

Le richieste effettuate con la suddetta modalità telematica saranno evase (accettazione, richiesta di integrazione di documenti o non accettazione) di norma entro 10 giorni lavorativi successivi alla data di ricezione.

L’iscrizione dei veicoli storici e di futuro interesse storico nel  Registro Storico Italiano ® è gratuita e non è assolutamente previsto l’obbligo di associazione del proprietario del veicolo.

 

Emissione di un singolo C.I.V.S. anno 2019
Per l’emissione di ogni singolo  C.I.V.S. - Certificato d'Identità Veicolo Storico  e dell’annesso Contrassegno di Iscrizione occorre effettuare un versamento di € 25,00 (venticinque/oo) per diritti di segreteria utilizzando l'apposito bollettino c.c.p. per  diritti di segreteria C.I.V.S. 2019 singolo  o effettuando un bonifico bancario su conto con  IBAN:  IT49 N076 0104 6000 0009 3165 116  (Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX) intestato a: Registro Storico Italiano ed indicando nella causale:  C.I.V.S. 2019 veicolo storico con targa:…………………………………….” (indicare il numero di targa). 

 

Emissione di molteplici C.I.V.S. anno 2019
Per l’emissione di 2 o più C.I.V.S. riferibili alla medesima persona ed ai componenti del suo nucleo familiare (cosi’ come documentato da certificato di stato di famiglia che a tal fine potrà essere richiesto) è possibile effettuare un unico versamento cumulativo forfettario di € 50,00 (cinquanta,oo) utilizzando l'apposito bollettino c.c.p. per  diritti di segreteria C.I.V.S. 2019 multipli o effettuando un bonifico bancario su conto con  IBAN:  IT49 N076 0104 6000 0009 3165 116 (Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX) intestato a: Registro Storico Italiano ed indicando nella causale: C.I.V.S. 2019 riferibili a: …………………………………………………” (indicareil cognome e nome dell’interessato ed il relativo numero identificativo personale, se già posseduto).

 

Emissione della Targa Identificativa in ottone.
I proprietari/intestatari dei veicoli storici registrati nel R.S.I. ed a cui è stata attribuita la 1^ Classe (Contrassegno di Iscrizione colore oro) possono richiedere la Targa Identificativa R.S.I. in ottone dorato. Per l’emissione di ogni Targa Identificativa occorre effettuare apposita richiesta tramite l’apposito Mod. F.4nonché un versamento di € 90,00 (novanta/oo) per diritti di segreteria, utilizzando l'apposito bollettino c.c.p. per diritti di segreteria emissione Targa Identificativa o effettuando un bonifico bancario su conto con  IBAN:  IT49 N076 0104 6000 0009 3165 116  (Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX) intestato a: Registro Storico Italiano ed indicando nella causale:  Emissione Targa Identificativa veicolo storico con targa:…………………………………….” (indicare il numero di targa).

 

Rinnovo annuale del C.I.V.S. e del Contrassegno di Iscrizione
Il Certificato di Identità Veicolo Storico ed il Contrassegno di Iscrizione vengono di norma rinnovati per l’anno successivo ed inviati automaticamente, salvo quanto previsto dall’art.6 del Regolamento Tecnico Nazionale R.S.I., a seguito di semplice  rimessa dei relativi diritti di segreteria da corrispondere ai rispettivi registri storici regionali confederati. Per le regioni in cui non siano ancora attivi i predetti registri i diritti di segreteria devono pervenire direttamente al R.S.I. utilizzando l'apposito bollettino c.c.p. per  diritti di segreteria C.I.V.S. o effettuando un bonifico bancario su conto con  IBAN:  IT49 N076 0104 6000 0009 3165 116 (Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX) intestato a: Registro Storico Italiano.

In caso di mancato rinnovo per uno o più anni, per il rilascio di un nuovo C.I.V.S. deve essere effettuata nuova richiesta di nuova emissione tramite il  Mod. F.1 .
Il rinnovo annuale dei Certificati di Identità Veicolo Storico e dei Contrassegni di Iscrizione è subordinato al persistere od al miglioramento delle condizioni del veicolo riscontrate all’atto della sua iscrizione nel Registro Storico Italiano ®.  La Segreteria Tecnica Nazionale R.S.I., direttamente o tramite le Segreterie Tecniche dei registri storici regionali confederati, può pertanto effettuare periodiche verifiche sui veicoli iscritti al fine di constatarne le contingenti condizioni, richiedendo al proprietario nuova documentazione cartacea e/o fotografica aggiornata del veicolo (esame d’ufficio), ovvero, qualora necessitasse, di sottoporlo a sessione di verifica da parte dei Commissari tecnici R.S.I. o dei registri storici regionali confederati ovvero presso officine e/o centri di revisione convenzionati (esame diretto). In caso di esito negativo della verifica il Certificato di Identità Veicolo Storico non viene rinnovato se non fino ad avvenuta esecuzione degli eventuali interventi tecnici richiesti e prescritti a seguito della verifica.


 
Emissione di duplicati di C.I.V.S.
In caso di smarrimento, distruzione o furto dei Certificati di Identità Veicolo Storico e dei Contrassegni di Iscrizione è possibile richiedere alla Segreteria Telematica Nazionale R.S.I., a mezzo di email all'indirizzo di posta elettronica: segreteria@registrostoricoitaliano.it, nuova emissione e spedizione di duplicati dei suddetti attestati. La prima emissione ed invio di duplicati è gratuita. Per eventuali ulteriori richieste occorre effettuare apposita richiesta tramite l’apposito Mod. F.2 nonché un versamento di € 25,00 (venticinque/oo) per diritti di segreteria per ciascun C.I.V.S. richiesto, utilizzando l'apposito bollettino c.c.p. per diritti di segreteria duplicato C.I.V.S.  o effettuando un bonifico bancario su conto con  IBAN:  IT49 N076 0104 6000 0009 3165 116  (Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX) intestato a: Registro Storico Italiano ed indicando nella causale:  Duplicato C.I.V.S. 2019 veicolo storico con targa:…………………………………….” (indicare il numero di targa).

 

Riclassificazione dei veicoli.
I Certificati di Identità Veicolo Storico e gli annessi Contrassegni d’Iscrizione recano anche la classe attribuita d’ufficio al veicolo (Classe 1^ – 2^ – 3^ – 4^) ai sensi dell’art.7/c del Regolamento Tecnico Nazionale R.S.I.  L’eventuale passaggio dalle classi inferiori a quelle superiori può essere richiesto, dal proprietario del veicolo che sia stato nel frattempo sottoposto ad interventi migliorativi e/o di restauro. A tal fine è necessario far pervenire alla Segreteria Telematica Nazionale R.S.I. apposita richiesta tramite l’apposito Mod. F.3 corredata da tutta la prevista documentazione, ivi compresa una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà Mod. F.5 attestante l’attuale stato del veicolo e corredata da idonea documentazione fotografica aggiornata conforme all’allegato n.3del Regolamento Tecnico Nazionale R.S.I.; la predetta dichiarazione deve essere redatta, timbrata e sottoscritta dai seguenti soggetti abilitati prescelti dal proprietario medesimo: autofficine meccaniche, elettrauto, autocarrozzerie, centri di revisione, periti assicurativi, autorivenditori e presidenti di clubs di veicoli storici legalmente costituiti. In caso di riscontro positivo conseguente all’esame della documentazione prodotta, viene riemesso un nuovo Certificato di Identità Veicolo Storico con annesso nuovo Contrassegno di  Iscrizione,  riportante  la  nuova  classificazione  attribuita. In caso di mancato passaggio alla 1^ classe perché il veicolo necessita di interventi di lieve entità viene effettuata apposita comunicazione al richiedente con indicazione degli interventi tecnici da apportare sul veicolo e la relativa richiesta viene sospesa per 3 mesi per consentire l’effettuazione degli interventi in oggetto.

Declassamento d’ufficio dei veicoli.

La Segreteria Tecnica Nazionale R.S.I. può procedere al declassamento d’ufficio alla 4^ Classe per quei veicoli registrati da molto tempo e di cui necessita la produzione di documentazione fotografica aggiornata e conforme all’allegato n.3  del Regolamento Tecnico Nazionale R.S.I , al fine di potere effettuare una nuova classificazione in base alle contingenti condizioni d’uso.

 

 
Powered by Informatica Netizen |